Due gay aggrediti nella notte a Milano. Ma che notizia è?

Apprendiamo dalla stampa l’aggressione avvenuta la scorsa notte ai danni di due ragazzi omosessuali.
Dalle notize che leggiamo non si capisce la dinamica del’aggressione e nemmeno le motivazioni.
Per i gironali consulati i due ragazzi sono gay e sono stati aggrediti per questo.
Ci chiediamo: come hanno fatto a capire gli aggressori che i due ragazzi erano gay?
L’aggressione è avvenuta per motivi omofobici, cioè i due ragazzi sono stati aggrediti in quanto gay?
Dai giornali non possiamo dirlo.
Il corsera si limita a riportare la denuncia di Arcigay Milano che però non spiega motivi o dinamiche

Due ragazzi gay sono stati picchiati nella notte tar venerdì e sabato mentre uscivano dal lavoro. Lo rende noto Arcigay, precisando che i giovani hanno riportato varie lesioni e sono stati accompagnati in ospedale. Una denuncia è stata presentata contro ignoti. (corsera cronaca di Milano)

Il giorno dà qualche notiza in più, senza spiegare niente

Il sospetto è di un’aggressione mirata perché omosessuali, bersaglio due giovani vestiti da donne [sic!] appena usciti da lavoro.

Ci chiediamo i due ragazzi sono gay perchè vestono da donna o vestono da donna perchè sono gay? E che c’entra il lavoro? Vestono da donna perchè sono gay o perchè lavorano? E qual è il lavoro che fa vestire da donna?
Appena avremo qualche notizia in più vi evinceremo…

slogan Omofobo della Melegatti: l’azienda chiede scusa

melegatti-593x443La Melegatti ha pubblicato su Facebook e Twitter un’immagine pubblicitaria con lo slogan “Ama il tuo prossimo come ami te stesso… basta che sia figo e dell’altro sesso!”.
Uno slogan tutt’altro che innocente e alquanto discriminatorio.
In seguito alle proteste del pubblico social la Melegatti si è scusata dicendo che Con riferimento al post di questa mattina, Melegatti S.p.A. chiarisce che la gestione della comunicazione sui social è affidata ad un‘agenzia esterna che ha pubblicato senza autorizzazione da parte dell’Azienda Melegatti S.p.A. si dissocia dall’operato di tale agenzia che ovviamente è stata sollevata dall’incarico e si scusa formalmente con chiunque si sia sentito offeso dal contenuto.Da 121 anni Melegatti è per tutti.
Un clamoroso errore di leggerezza o una montatura ad hoc per far parlare dell’azienda?

Metasauna, si parte martedì 17 novembre

Una serata imprevedibile tra cultura, idromassaggi e tanta irriverenza, per andare “oltre i confini della sauna”.
Anddos-Gaynet Roma in collaborazione con Europa Multiclub vi propone una serata unica e imprevedibile dove la misteriosa “sauna gay” si apre anche alle donne! Se non avete mai messo piede in una Sauna, se non avete idea di cosa sia, Metasauna è l’occasione che fa per voi! Uomini e donne insieme (e nessuno vi chiederà di certo se “siete” gay, lesbiche o bisex…) per una serata inedita e originale!Si comincia alle 22.30 all’insegna dell’irriverenza con video, letture, ospiti a sorpresa, cocktail e tabù da smascherare. Dalle 23.15 alle 2.00, chi vuole si tufferà nelle vasche e si rilasserà nelle sale della Sauna in costume da bagno o in asciugamano (Ciabatte e asciugamani sono forniti gratuitamente).
Pensi che la Sauna non faccia per te? Vieni a Metasauna! Scoprirai un mondo nuovo oltre i confini della Sauna! 
L’iniziativa è rivolta ai soci e alle socie Anddos, il contributo per la serata è di 10€ con riduzione a 8€ presentando il volantino cartaceo (contattateci). E’ possibile iscriversi ad Anddos nel circolo.

INFO:
info@anddos-gaynet-roma.org
www.anddos-gaynet-roma.org
tel: +39 327 3264024

15 ottobre 2015: 2° incontro – "A spasso fra i generi nelle biblioteche di Roma"

1incontro
In occasione della seconda Rainbow Week che il Comune di Roma ha organizzato per il mese di ottobre 2015, il circolo Anddos-Gaynet Roma(un’associazione di giornalisti e giornaliste, di operatori e operatrici della cultura, impegnata nel migliorare la comunicazione e l’informazione dei media italiani a proposito dell’orientamento sessuale e dell’identità di genere) organizzerà con le biblioteche del territorio romano incontri da svolgersi nelle rispettive sedi per valorizzare il catalogo delle singole biblioteche con particolare riferimento ai libri che riguardano gli studi di genere.
L’incontro prevede la presentazione del libro “La storia di genere in Italia in età moderna : Un confronto tra storiche nordamericane e italiane / AA. VV.” a cura di Elena Brambilla, Anne Jacobson Schutte Viella Libreria Editrice, 2015, dal quale trarre spunto per un’agile conversazione in merito a un inquadramento preciso e corretto degli studi di genere e del loro portato scientifico e teorico.
All’incontro, rivolto all’utenza della biblioteca e all’intera popolazione del municipio e della città, parteciperanno psicologhe, giornaliste esperte di femminismo e di storia del lesbismo, e sarà coordinato dal vicepresidente diAnddos-Gaynet Roma Alessandro Paesano, giornalista e militante LGBT con un particolare interesse per il femminismo e la storia dell’identità di genere, coautore con Rosario Coco de Lo stylebook di Gaynet, una proposta di lessico ragionato sui temi dell’identità sessuale.
Partecipa Monica Pasquino, Presidente dell’Associazione S.C.O.S.S.E. ed esperta di studi di genere.
L’associazione Anddos-Gaynet Roma, grazie ai finanziamenti ottenuti dai municipi, avrà il piacere di donare libri di cultura LGBT alle biblioteche di Roma.
Vi aspettiamo!